Fnaarc e Confcommercio, chiesta anche in Piemonte la possibilità di valutare rimborso del bollo auto nelle pieghe del bilancio regionale

Fnaarc e Confcommercio, chiesta anche in Piemonte la possibilità di valutare rimborso del bollo auto nelle pieghe del bilancio regionale

Galante, “si tratterebbe di un segnale concreto di vicinanza agli agenti di commercio”

“Dopo l’intervento – afferma Arcangelo Galante, presidente del Sindacato Agenti e Rappresentanti di Commercio Fnaarc-Confcommercio-Imprese per l’Italia-della provincia di Cuneo – della Regione Lombardia a favore della categoria, stiamo interloquendo con gli Assessorati competenti del Piemonte, i quali hanno assicurato il massimo impegno per proporre un aiuto analogo per gli agenti e rappresentanti di commercio subalpini”.

L’auto è come l’ufficio, uno strumento di lavoro fondamentale. Con l’emergenza Covid gli agenti sono stati tra le categorie maggiormente penalizzate nello svolgimento della propria attività; l’aumento dei costi legati alla mobilità, i ricavi in discesa ed i sostegni governativi non del tutto sufficienti, un mix devastante che ha messo a rischio il lavoro di tanti agenti.

“Siamo coscienti – aggiunge Galante - degli sforzi già compiuti dalla Regione Piemonte per sopperire alle mancanze del governo centrale e sappiamo che verrà fatto tutto il possibile, considerando anche come i sistemi economici di Piemonte e Lombardia siano tra loro sempre più integrati ed in diretta concorrenza; ribadiamo che l’adozione di un provvedimento analogo nella nostra Regione rappresenterebbe un segnale di vicinanza e di aiuto concreto ad una categoria che finora è risultata costantemente esclusa dalle misure di sostegno nazionali”.