Caro energia: Federazione Moda Italia condivide le preoccupazioni del Presidente di Confcommercio

Caro energia: Federazione Moda Italia condivide le preoccupazioni del Presidente di Confcommercio

"Le nostre imprese hanno lasciato invariati i listini, ma così non si regge. Servono interventi governativi"

Il mondo delle imprese del dettaglio e ingrosso tessile, abbigliamento, calzature e accessori rappresentato da Federazione Moda Italia condivide le preoccupazioni del Presidente di Confcommercio sugli effetti prodotti dalla crescita inarrestabile della spesa energetica che sta frenando la ripresa della nostra economia.

"Ad oggi - afferma il Presidente di Federazione Moda Italia-Confcommercio - le nostre aziende, a costo di grandi sacrifici e di rinunce sui margini, non hanno applicato alcun aumento dei prezzi di vendita; anzi hanno dimostrato una grande responsabilità svolgendo anche una funzione calmieratrice, quasi di ammortizzatore sociale, che riteniamo quantomai indispensabile per il momento che stiamo vivendo". 

"Certo che così non si può andare avanti - conclude il Presidente. Sono indispensabili interventi governativi per ridurre i costi dell'energia così come i sostegni alle imprese a prescindere dal calo dei fatturati, ma proprio in funzione della ripresa economica che deve e dovrà essere assolutamente sostenuta"