Fiva

Fiva

Federazione Italiana Venditori Ambulanti

La Federazione Italiana Venditori Ambulanti (in sigla FIVA CONFCOMMERCIO) è stata fondata il 25.3.1971 con la partecipazione iniziale di 8 sindacati provinciali (MILANO, NOVARA, PIACENZA, FIRENZE, ANCONA, L'AQUILA, R. CALABRIA e CAGLIARI).

Nel 1984 la FIVA ha aperto la propria sede nazionale in uffici propri e distinti da quelli della Confcommercio e con proprio personale. Attualmente la sede federale è a Roma, al I piano di Via Cola di Rienzo, 285 Sc. A int. 1, nel quartiere Prati.

 

Consiglio direttivo
Gualtiero Chiaramello Presidente
Roberta Baudino Vice Presidente
Battista Marolo Vice Presidente
Liliana Gallo Consigliere
Mauro Bo Consigliere
Giovanni Grosso Consigliere
Ivo Panero Consigliere
Francesco Occelli Consigliere
Riccardo Cravero Consigliere
Gianpiero Pompejano Consigliere
Dario Sigismondi Consigliere
Francesco Abbate Daga Consigliere
Davide Crosetti Consigliere
Agostino Rinaudo Consigliere

Fiva-Confcommercio: Ancora una volta siamo stati dimenticati

Zero provvidenze per i nostri fieristi e per la ristorazione mobile, niente lavoro e niente ristori

“Ancora una volta siamo stati dimenticati. Se il Decreto Ristori rimane così com’è i nostri fieristi e i nostri ristoratori mobili non avranno nulla. E il rischio della chiusura di altre 10 mila aziende si fa più concreto” Lo afferma Giacomo Errico, Presidente di Fiva-Confcommercio, l’organizzazione che raccoglie il commercio ambulante e su aree pubbliche.

“Avevamo inteso che i settori colpiti dalle restrizioni sarebbero stati indennizzati – continua Errico – e invece dobbiamo annotare che ciò vale per tutti meno che per i fieristi ambulanti e per la ristorazione mobile. E la cosa davvero non si spiega visto che è da febbraio scorso che fiere, sagre ed eventi sono stati fermati.”

Il Presidente della Fiva così prosegue: “Il Governo continua a fare le alchimie con i codici Ateco e non si rende conto che dietro le aziende ci sono persone e famiglie ormai allo stremo.”

“Al Parlamento chiediamo – conclude Errico – di correggere queste palesi ingiustizie. Altre filiere, pure non direttamente interessate dalle restrizioni, hanno avuto sostegni economici e provvidenze. Evidentemente gli ambulanti sono figli di un dio minore”

Save the date

III edizione della Convention di Sistema Confcommercio-Imprese per l'Italia-della provincia di Cuneo

Fiva Confcommercio: far ripartire le fiere e le sagre locali

Gli operatori del settore sono allo stremo, bilanci delle imprese ben al di sotto del 50% rispetto al 2019

“Fate riaprire in tempi brevi le fiere e le sagre locali altrimenti dovremo sommare agli effetti del virus anche il crollo economico di una larga parte del commercio su aree pubbliche.” Lo afferma Giacomo Errico, Presidente di Fiva-Confcommercio, l’organizzazione che raccoglie gli ambulanti in una lettera-appello inviata al Presidente dell’Anci, on. Decaro.

“Non si capisce il perché - scrive il Presidente di Fiva – in moltissime realtà e pure in presenza di tutti gli accorgimenti necessari al rispetto delle Linee Guida le fiere e le sagre siano del tutto precluse con l’applicazione di poteri di ordinanza in modo acritico. Sono tantissimi gli eventi in oggetto, normalmente calendarizzati e vietati all’ultimo momento. Al di là del patrimonio di tradizioni, anche culturali, sotteso agli eventi in oggetto, va chiaramente detto che le imprese, specialmente quelle di commercio su aree pubbliche, interessate a detti eventi sono allo stremo per la forzata inattività.

Il Presidente di Fiva così prosegue: “Si tratta di imprese molto spesso specializzate in tale materia e perciò più di altre esposte agli effetti negativi derivanti dal mancato esercizio dell’attività senza peraltro aver avuto ristori specifici se non quelli garantiti dai vari provvedimenti per il lockdown per il settore in generale. Temiamo fortemente che gli effetti del coronavirus incidano ancora più pesantemente sul settore, per non parlare della drastica riduzione dei bilanci aziendali, ben oltre il 50% sotto i livelli 2019.

“All’Anci chiediamo – conclude Errico – una presa di posizione nei confronti dei Comuni per evitare l’irreparabile.”

Save the date

Savigliano, 2 ottobre 2020

III edizione della Convention di Sistema Confcommercio-Imprese per l'Italia-della provincia di Cuneo

News

Fiva-Confcommercio: Ancora una volta siamo stati dimenticati

Zero provvidenze per i nostri fieristi e per la ristorazione mobile, niente lavoro e niente ristori

Save the date

Save the date

Savigliano, 2 ottobre 2020

Fiva Confcommercio: far ripartire le fiere e le sagre locali

Gli operatori del settore sono allo stremo, bilanci delle imprese ben al di sotto del 50% rispetto al 2019